giovedì 1 aprile 2010

In partenza

Sono all'aeroporto, in attesa dell'imbarco. Seguendo una millenaria tradizione familiare, sono partito da casa con un anticipo assurdo, che mi avrebbe consentito di arrivare in orario anche in caso di tsunami e adesso cerco di ingannare il tempo davanti al terminal C14. Visto che ci sono, ne approfitto per ringraziare pubblicamente, seppure da un blog dal nome dìscolo, la signora Angela delle assicurazioni RAS. Da quando scrivo questo blog, ho un accordo di sponsorizzazione inversa con il mio allenatore: mi paga se non faccio il suo nome. La mia assicurazione, però, non ha alcuna colpa o responsabilità nelle mia scarse prestazioni sportive, quindi posso farne esplicita menzione senza paura di arrecarle danno. Il fatto è che la mia banca ha combinato un mezzo pasticcio e, fino a ieri mattina, non riusciva a darmi una prova del fatto che avessi effettivamente pagato il bollettino postale del premio dell'assicurazione RC della mia barchetta. Adesso non vi tedio con i particolari, ma solo la cortesia e la disponibilità della signora Angela (e dell'agenzia Colussi, in generale) mi hanno permesso di partire, oggi, con il mio certificato assicurativo in borsa. Grazie, sinceramente. Chiudo con un invito ai miei fratelli laseristi: NON VI RIDUCETE ALL'ULTIMO MINUTO! A me, oggi, è andata bene, ma non si può sempre fare conto sull'altrui disponibilità per compensare la propria leggerezza. A presto, e attenti ai pesci d'aprile.

Nessun commento: