martedì 16 marzo 2010

L'evento di settembre

Ho comprato il mio Laser il 4 settembre 2009, cinque giorni prima di sposarmi. La motivazione ufficiale era fare in modo che ci fosse comunque qualcosa da singolo, nella mia vita; le motivazioni vere erano altre.
La prima, e più importante, era la necessità di avere una valvola di sfogo, qualcosa da fare che mi distraesse dai miei obblighi familiari e professionali: era stata un'estate piuttosto complicata e tutto lasciava presupporre che l'autunno non sarebbe stato da meno.

In termini più strettamente velistici, ero stanco delle regate del campionato invernale: un po' perché a Fiumicino o non c'è vento o ce n'è troppo e non si riesce a uscire; un po' perché non ne potevo più delle classifiche in tempo compensato. Il rating è una regola tanto assurda quanto facile da eludere: io volevo qualcosa dove l'ordine d'arrivo fosse determinato dall'ordine di arrivo e non dalle caratteristiche della barca.

Stando così le cose, avevo tre possibilità: accattonare un imbarco su un Melges, un X35 o un J24; accettare l'invito dei miei amici Sniper-isti e passare l'inverno ad Anzio; comprarmi una deriva.
Ho scelto la terza ipotesi perché era quella che mi costringeva a fare ciò che meno mi piace, in barca: timonare.

Nessun commento: